Nel tempo, i motori di ricerca si sono evoluti in motori di risposta.

Il loro compito è scoprire, interpretare e organizzare i contenuti su Internet, per mostrare agli utenti i risultati più pertinenti alle loro ricerche.

Conoscere il significato di termini come crawling, indicizzazione e posizionamento è fondamentale per ottimizzare il tuo sito web, così da facilitarne la lettura e la comprensione sia da parte dei motori di ricerca che degli utenti.

Ma procediamo con ordine e analizziamo più nel dettaglio i meccanismi alla base del funzionamento dei motori di ricerca, così da comprendere l’importanza di indicizzare, ottimizzare e posizionare correttamente il tuo sito web.

Crawling

La scansione è il processo attraverso il quale il motore di ricerca fruga i contenuti sul world wide web: siti web vecchi e nuovi, articoli, schede prodotto, immagini, link, eccetera.

I motori di ricerca utilizzano crawler (detti anche bot o spider) che, attraverso specifici algoritmi, decidono quali siti web scansionare e con quale frequenza, distribuendo il cosiddetto crawl budget.

Il crawler scopre nuovi contenuti identificando e registrando ogni collegamento che trova sulle pagine scansionate e poi li inserisce in un elenco di URL da sottoporre a scansione.

Questa azione è fondamentale per la SEO perché questo è il momento in cui il motore di ricerca scopre il numero e la qualità delle connessioni di una pagina, sia in entrata che in uscita.

Indicizzazione

Una volta estratto il contenuto della pagina, il crawler lo inserisce nell'indice delle pagine visitate e organizza tutte le informazioni. Le informazioni vengono quindi utilizzate per misurare la pertinenza della pagina rispetto a quelle simili.

Perché l'indicizzazione è fondamentale

Abbiamo visto che il crawling è l'analisi delle pagine web su Internet. Il motore di ricerca esegue la scansione del codice e del contenuto di ogni URL che trova.

L’indicizzazione, invece, è la raccolta dei contenuti trovati durante il processo di scansione. Se una pagina è in questo elenco, significa che il motore di ricerca l'ha indicizzata e può comparire tra i risultati della ricerca per le query correlate.

Per essere sicuro che il tuo sito web appaia al maggior numero di utenti target possibile, devi prima capire come renderlo visibile.

La visibilità è l'aspetto più critico della SEO; il "momento zero" in cui tutto inizia. Se il motore di ricerca non indicizza il tuo sito web, non può mostrarlo tra i suoi risultati.

Andare nella barra di ricerca di Google ed inserire [ site:nomedominio.it ] è il modo migliore, conosciuto da pochi, per controllare l’indicizzazione del proprio sito web, sia come numero di pagina, sia come qualità dei risultati noti al motore.

Esempio indicizzazione nella pagina di Google per la web agency Digital Web 24
Esempio indicizzazione sito web: Web Agency Digital Web 24

L’indicizzazione è dunque il primo passo per far sì che la tua attività sia presente online. Dopo aver opportunamente inserito tutte le pagine del tuo sito all'interno del database di BigG, è tempo di puntare a obiettivi più ambiziosi e scalare posizioni nella SERP.

Posizionamento

Mentre le due attività precedenti sono il "dietro le quinte" del lavoro dei motori di ricerca, il posizionamento è quello più evidente.

La pagina dei risultati di ricerca, la SERP, è il luogo in cui un consulente SEO può mostrare ai suoi clienti i risultati del suo lavoro. Una volta che un utente inserisce una parola chiave nella barra di ricerca, il motore di ricerca cercherà nel suo indice le pagine che corrispondono a quella determinata query. Quindi assegna a queste pagine un punteggio calcolato su 200 diversi fattori di ranking.

Se il consulente ha svolto un buon lavoro SEO, la pagina, il post del blog o la scheda del prodotto su cui ha lavorato ottengono un posizionamento migliore rispetto a quelli dei suoi concorrenti, finendo verosimilmente in prima pagina per le parole chiave desiderate e non solo, quelle che generano più traffico!

Ottimizzazione

Il risultato raggiunto dal nostro ipotetico consulente SEO nel paragrafo precedente è reso possibile da tutta una serie di attività, strumenti e strategie volte a migliorare e aumentare le prestazioni dei siti web in termini di velocità, posizionamento sui motori di ricerca, traffico, conversioni, UX (esperienza utente) ed entrate (ROI). Questo set di attività, nel suo insieme, prende il nome di ottimizzazione.

Per dirla in un altro modo, l’ottimizzazione è un processo di miglioramento sistematico delle prestazioni di un sito web per raggiungere degli obiettivi di business.

Se il tuo obiettivo è ottenere più Lead, vendite o ridurre le telefonate del servizio clienti, l'ottimizzazione del sito web può essere utilizzata per rendere il tuo sito più efficace nel raggiungimento di tali obiettivi.

Quanto è importante ottimizzare e posizionare un sito web

Nell'ultimo decennio, Internet è diventato lo scenario di riferimento in cui i consumatori prendono le loro decisioni di acquisto.

Nel 2019, a livello mondiale, le vendite globali di e-commerce sono cresciute a tal punto da rappresentare il 16,4% del fatturato totale nel settore del commercio al dettaglio.

Internet è diventato anche il punto di riferimento per trovare informazioni sulle attività commerciali locali (il 46% delle ricerche totali su Google ha intenti locali e il 78% delle ricerche locali su dispositivi mobili si traduce in acquisti offline) e sulle società di software, imprese B2B e altro ancora.

Se non ottimizzi il tuo sito web e i tuoi contenuti - non importa quante persone cercano termini rilevanti per il tuo business - il tuo sito non verrà visualizzato nei risultati.

Ne consegue che la tua attività sarà invisibile agli occhi di tutte quelle persone potenzialmente interessate ad acquistare da te.

I vantaggi dell'ottimizzazione di un sito web

Ottimizzare e posizionare correttamente la tua attività ti permette costantemente di convincere e trasformare persone che non avevano mai sentito parlare della tua azienda in clienti.

L'ottimizzazione è un processo complesso che agisce su due fronti differenti: quello dei motori di ricerca e quello degli utenti, ovvero dei tuoi potenziali clienti.

Ti sei mai chiesto come Google e altri motori di ricerca definiscono quali siti web visualizzare sulla prima pagina?

I motori di ricerca hanno i loro algoritmi unici per classificare le pagine. Google, per esempio, utilizza diversi fattori per determinare come ordinare i risultati.

I motori di ricerca devono comprendere il tuo sito in modo da poter raggiungere potenziali clienti. Più pagine si ottimizzano, meglio è!

L'ottimizzazione può migliorare il CTR del tuo sito web (percentuale di clic)

I clic sono una risorsa enorme per qualsiasi sito web. Un CTR elevato può essere un segnale positivo per gli algoritmi dei motori di ricerca. Più clic guadagni, più alto sarà il tuo posizionamento.

L’ottimizzazione ha tra i suoi obiettivi quello di creare credibilità e coerenza tra le informazioni presenti sulle pagine del tuo sito web, permettendoti di guadagnare più clic e di posizionarti meglio per le parole chiave più importanti per la tua attività.

L’ottimizzazione ti permette di posizionarti per diverse parole chiave

Se ottimizzi tutte le pagine del tuo sito con parole chiave diverse (pertinenti alla tua attività), hai la possibilità di comparire in diversi tipi di ricerche.

Supponiamo che il tuo sito web sia composto da 20 pagine.

Se ottimizzi i tuoi contenuti in modo che ogni pagina abbia parole chiave e frasi pertinenti, ci sono 20 possibilità che il tuo sito web venga visualizzato sui motori di ricerca.

Per fare ciò, devi ottimizzare ciascuna delle tue pagine per parole chiave uniche.

Sì, questo potrebbe richiedere più tempo e impegno del previsto, ma se fatto correttamente, accrescerai le opportunità di visibilità e conversione per il tuo sito.

Ma qui sull'argomento delle parole chiavi, si apre uno scenario ancora più tecnico e strategico che avrò piacere di parlarti in un prossimo articolo dedicato.

Il vantaggio per la tua azienda

È facile rimandare l'importante compito di ottimizzare un sito web esistente, pensando che ci vorrà troppo lavoro. Sebbene l'ottimizzazione richieda un impegno non indifferente, il ritorno che otterrai rendendo il tuo sito web completamente conforme alle best practice di Google ti ripagherà di ogni sforzo compiuto.

Ricorda che il 51% del traffico del tuo sito proviene dalla ricerca organica, quindi assicurarti di massimizzare la tua visibilità sulle SERP può avere un grande impatto sulle tue entrate e sulla crescita della tua attività.

Un sito web ottimizzato è un sito più efficace, che può aumentare le entrate della tua azienda, attraverso nuove vendite o lead, e ridurre i costi, grazie a migliori tassi di conversione o riducendo le esigenze di assistenza clienti.

Se dopo aver letto questo articolo, pensi che conviene partire proprio da questi 3 fattori principali per aiutarti nel processo di alfabetizzazione digitale per aumentare la produttività della tua azienda, rimango a tua completa disposizione senza impegno per un incontro conoscitivo.